“Sappueddus”


Risultato immagine per sappueddus
Photo credit -tesorisardi .com

Il termine sappueddus significa straccetti ed indica la modalità di confezionamento di questa particolarissima pasta, rigorosamente stesa a mano.

Ingredienti

Per l’impasto
Semola di grano duro integrale 400 gr
Acqua q.b.
Sale 1 cucchiaino

Ingredienti
Per il sugo
Pomodoro fresco 400 gr
Cipolla media 1
Cucchiai di olio 4
Spicchio di aglio 1
Cipolla 1 media
Foglie di basilico
Pecorino grattugiato q.b.
Peperoncino q.b.

Preparazione
Impastate la semola con dell’ acqua salata la cui quantità è soggetta a molte variabili, quindi regolatevi nel versala. Lavoratela a lungo fino ad ottenere un impasto liscio e morbido. Fatene una palla, avvolgetela in un panno e lasciatela riposare circa mezz’ora.

In seguito prelevate dei frammenti di pasta di circa 2 cm., i Sappueddus appunto, appiattiteli con le dita fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo cm. Se volete dare una forma più regolare tagliatela con una formina rettangolare. Lasciateli asciugare su un canovaccio sino al momento di cucinarli.

Preparate a questo punto il sugo di pomodoro. Affettate finemente la cipolla, l’aglio e fateli rosolare in una padella con quattro cucchiai di olio evo. Unite un peperoncino. Aggiungete i pomodori tagliati a pezzetti e lasciate andare il sugo fino alla densità desiderata.

Nel frattempo mettete sul fuoco la pentola con dell’acqua salata, appena bolle tuffate i Sappueddus. Dopo circa 8 10 minuti, quando la pasta è cotta, scolatela e saltatela nella padella col condimento, aggiungete per ultimo una spolverata di pecorino.

Risotto con asparagi e carciofi sardi

Photo credit- Ricette di Sardegna
Un piatto dal sapore unico: un matrimonio perfetto tra l’amaro del carciofo e quello dell’asparago.


Ingredienti

Carciofi spinosi sardi 4
Asparagi selvatici 300 gr circa
Riso Arborio 350 gr circa
Brodo vegetale 1 lt.
Aglio 1 spicchio
Vino bianco secco
Zafferano sardo 1 bustina
Parmigiano q.b.
Sale
Olio evo, burro

Preparazione

Dopo aver pulito i carciofi come di consueto, eliminando gambo, foglie più dure e il fieno all’interno, tagliateli a fettine. Affettate gli asparagi, scartando solo la parte dura. Mettete a soffriggere l’aglio nell’olio e un ricciolo di burro, aggiungete i carciofi e gli asparagi. Aggiustate di sale e fate cuocere per circa 10 minuti aiutandovi con un po’ di brodo caldo. Aggiungete il riso, sfumate con il vino bianco, e continuate a cuocere, versando il brodo caldo poco a poco. Prima della fine della cottura aggiungete lo zafferano. Mantecate con un ricciolo di burro e una manciata di parmigiano grattugiato.

Crema Chantilly all’italiana

Risultato immagine per crema chantilly ricetta originale
Photo credit. donnamoderna.com

Tanto per cominciare…. Metodo infallibile ad usum Carlotta !

Ingredienti

Per la crema pasticcera 

Latte 500 gr

Uova 200 gr

Baccello di vaniglia,

Zucchero 150 gr

Farina di mais 50 gr

Limone 1/2 scorza

Stecca di vaniglia 1

Per la chantilly

Panna fresca 250 gr

Procedimento

Fate bollire il latte con i semi e il baccello di vaniglia. In una ciotola miscelate a secco la scorza grattugiata del limone insieme allo zucchero e l’amido; mescolate, in modo da eliminare eventuali grumi. Unite i tuorli alla   farina e mescolate energicamente. Quando il latte bolle, filtratelo e unitelo, in due volte, alla miscela di uova e amido, mescolando ogni volta; rimettete la miscela nella pentola e cuocete, continuando a mescolare, a fuoco allegro. Quando la crema assume una consistenza setosa e lucida toglietela dal fuoco e versatela immediatamente in un contenitore  raffreddato in frigorifero o meglio in freezer; mescolate in modo da raffreddare la crema, coprite con della pellicola alimentare a contatto, e lasciate raffreddare in frigorifero. Prima di utilizzarla, mescolatela con una frusta.

Per la Chantilly

Quando la crema pasticcera sarà ben fredda, incorporate il composto di panna montata a neve a cucchiaiate e mescolate la crema chantilly all’italiana sempre nello stesso senso e con movimenti delicati dal basso verso l’alto per non smontarla. Servite la crema ben fredda in coppette. Guarnite come più vi piace.

Fish and chips del mercoledì sera di Susy

Visualizza immagine di origine
Photo credit tastessence.com

“Non amo stare molto dietro ai fornelli”, confessa Susy ” la pragmatica”, amica del cuore. Ma quando deve farlo sfodera tutta la sua creatività: pietanze semplici legate alla tradizione e ai ricordi della sua infanzia.

Ingredienti

Merluzzi medi q.b.

Uova

Prezzemolo

Farina

Pangrattato

Sale

Pepe

Olio

Preparazione

Per prima cosa tagliate tutte le pinne e squamate il pesce. Dopo averlo sciacquato praticate un’incisione lungo la pancia fino alle branchie, successivamente estraete le interiora. Lavatelo per bene sotto un getto d’acqua. Per sfilettare il merluzzo cominciate con il taglio della testa. A questo punto, con un coltello affilato incidete il dorso, sopra la lisca centrale e staccate le carni il più possibile vicino alla lisca fino ad arrivare alla coda.  Capovolgete il pesce e ripetete l’operazione.

Se volete eliminare la pelle, praticate una piccola incisione tra pelle e filetto, in modo da poterla staccare un po’  e tiratela via. Non buttate le lische, utilizzatele per preparare un po’ di fumetto  per altre ricette.

Passate i filetti nella farina, immergeteli poi nell’uovo sbattuto assieme al prezzemolo tritato e una macinata di pepe, impanateli col pangrattato mischiato con un po’ di parmigiano grattugiato. Friggeteli nell’olio ben caldo e spolverateli con un po’ di sale.

Minestra di pasta e fagioli “light” di Pina

Visualizza immagine di origine
Photo credit sale pepe

 

Pina, carissima amica dalla solarità contagiosa. Portatrice sana del buonumore. Sarda d’adozione ma col cuore napoletano. Ottima cuoca e buongustaia.
A suo dire è un piatto light perché niente va soffritto, comunque ne vale la pena!

Ingredienti
Fagioli secchi cannellini o borlotti 400 gr
Cotenna di maiale un pezzo (facoltativa)
Carota 2
Sedano un pezzo di gambo
Cipolla 1
Aglio un piccolo spicchio
Alloro 1 foglia
Pepe
Olio evo, sale
Passata di pomodoro o sugo già pronto 1 cucchiaio
Pasta tipo ditalini rigati 200 gr

Preparazione
Mettete i fagioli secchi a mollo in abbondante acqua dalla notte prima con una foglia di alloro.
Versate i fagioli in acqua fredda in una pentola capiente con tutti gli odori tagliati a pezzi anche grossolani, aggiungete due cucchiai d’ olio, il pomodoro e portate a cottura, facendo bollire fino a che fagioli e verdure saranno teneri. Togliete un terzo dei fagioli e la cotenna con la schiumarola, vi serviranno per aggiungerli poi alla pasta. Passate la verdura ed i fagioli con il mixer ad immersione, assaggiate per regolare di sale. Riportate ad ebollizione il brodo di verdure rimasto (se fosse troppo sodo aggiungete dell’acqua) e cuocete la pasta. Aggiungete i fagioli rimasti ed un filo di olio extra vergine di oliva, una macinata di pepe e servite calda.
Se preparate questa pasta con la pentola a pressione dimezzerete i tempi.
Mettete i fagioli nella pentola e versate l’acqua fino a metà pentola senza sale. Portate in pressione la pentola e fate cuocere 30 minuti circa. Il tempo di cottura dipende dal tipo di fagioli che userete.
Una volta aperta la pentola e tolta una piccola parte dei fagioli, aggiungete le altre verdure ed il sale e cuocete per 10 minuti. Procedete poi con la cottura della pasta a pentola scoperta.

Salsiccia fresca con patate

Visualizza immagine di origine
Photo credit cookaround.com

Per chi non ha molto tempo o non ama stare ai fornelli: piatto unico facile, veloce e appetitoso.

Ingredienti
Salsiccia fresca di suino di buona qualità 400 gr
Patate 200 gr
Aglio 1 spicchio
Rosmarino 1 rametto.
Pangrattato 1 cucchiaio circa
Sale
Preparazione
Dividete la salsiccia in sezioni di 4,5 cm.
Pelate la patate, tagliatele a cubetti della stessa dimensione e spessore, in modo che la cottura avvenga in modo omogeneo.
Sciacquatele ripetutamente in acqua fredda fino a quando questa sarà limpida. Fatele sgocciolare e portate a bollore dell’acqua in  una pentola, tuffatevi i cubetti per qualche  minuto e poi scolateli accuratamente. Versate  tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolateli per bene. Trasferite il tutto in una teglia capiente in modo da stenderli in un solo strato, infornate a 200° per circa 35 minuti.

Le sardine di Tore

 

Best canned sardine in vegetable oil 125g
Photo credit sardinecannedfish.com

Un modo semplice e naturale  di assaporare le sardine.
Ingredienti
Sardine carnose freschissime q.b.
Aceto mezzo bicchiere
Olio evo q.b.
Limoni 2
Prezzemolo
Sale
Preparazione
Squamate le sardine, sventratele, come di consueto, eliminando la testa, ma lasciandole intere. Dopo averle lavate per bene, immergetele in un tegame con dell’acqua, sale e mezzo bicchiere d’aceto. Portate a bollore a fiamma dolce e dopo due minuti scolatele. Nel frattempo preparate un’emulsione d’olio e succo di limone che verserete sulle sardine. Lasciatele insaporire un po’ e prima di portarle in tavola adagiatele su un piattino con il loro intingolo, una spolverata di prezzemolo e fettine di limone.